Condividi:

Ricetta tradizionale emiliana per le tagliatelle fatte in casa: tutti i segreti per una perfetta riuscita

Scopri come preparare delle tagliatelle fatte in casa con questa facile e deliziosa ricetta. Con pochi ingredienti e semplici passaggi, puoi creare questa ricetta tradizionale emiliana!

0,0
Rated 0,0 out of 5
0,0 out of 5 stars (based on 0 reviews)

Condividi su:

Facebook
WhatsApp

Introduzione

Le tagliatelle sono uno dei piatti più iconici della cucina emiliana, in particolare quella bolognese

Un vero e proprio must per chi aspira ad essere una vera  zdora Emiliana!

Questa ricetta tradizionale emiliana ti permetterà di preparare delle tagliatelle fresche e gustose proprio come quelle delle nonne, perfette per preparare dei deliziosi primi piatti

Con solo due ingredienti base e pochi semplici passaggi, potrai creare delle tagliatelle fatte in casa in pochissimo tempo. 

Preparazione

Step 1

In una ciotola grande, mescola la farina di semola. Crea una fontana al centro e aggiungi le uova al centro.

Step 2

 Inizia a mescolare gli ingredienti con una forchetta, quindi lavora l’impasto con le mani finché non diventa liscio e omogeneo. 

Step 3

Una volta ottenuto l’impasto, lavoralo su una superficie infarinata finché non diventa sottile e liscio. Avvolgi l’impasto in un foglio di pellicola trasparente e mettilo in frigo per almeno 30 minuti.

Step 4

Dopo aver lasciato riposare l’impasto, stendilo con un mattarello o con una macchina per la pasta

Step 5

Taglia le tagliatelle alla larghezza di circa 1 cm e mettile su una superficie infarinata per evitare che si attacchino.

Porzioni e calorie

Con gli ingredienti indicati, potrete preparare una porzione abbondante per due persone. Ricordate che, essendo un piatto a base di pasta all’uovo, le tagliatelle hanno un apporto calorico di 350 calorie. 

Valori nutrizionali

Le tagliatelle fatte in casa sono un piatto ricco di proteine, grazie all’apporto delle uova, e di carboidrati, forniti dalla farina. Non contengono zuccheri aggiunti e sono povere di grassi.

Conservazione

Le tagliatelle fatte in casa possono essere conservate in frigorifero per un paio di giorni, avvolte in un canovaccio leggermente infarinato. Se preferite, potete anche congelarle: in questo caso, vi consigliamo di farle asciugare per qualche ora su un vassoio, distanziandole bene tra loro, e poi di trasferirle in un sacchetto per alimenti. Quando vorrete utilizzarle, potrete cuocerle direttamente congelate.

Variazioni

La ricetta delle tagliatelle fatte in casa è molto versatile e si presta a numerose variazioni. Potete arricchire l’impasto con spezie o erbe aromatiche, per dare un tocco di sapore in più. 

La tradizione delle tagliatelle in Emilia Romagna

Le tagliatelle sono uno dei simboli della cucina emiliana, e in particolare di Bologna. La leggenda vuole che siano state inventate in onore di Lucrezia Borgia, in occasione del suo matrimonio con Alfonso d’Este, e che la loro forma sia ispirata ai lunghi capelli biondi della nobildonna. Oggi, le tagliatelle sono apprezzate in tutta Italia e nel mondo, e prepararle in casa è un rito che si tramanda di generazione in generazione.

Quante tagliatelle a persona?

Per calcolare la quantità di tagliatelle per persona, si consiglia di utilizzare come riferimento 125 grammi di pasta fresca per persona. Tuttavia, questa quantità può variare a seconda delle preferenze individuali e del tipo di condimento utilizzato.

Se si utilizza un condimento più leggero o saporito, potrebbe essere necessario utilizzare meno pasta per non appesantire troppo il piatto. In generale, è sempre meglio iniziare con una quantità minore di pasta e aggiungerne successivamente se necessario.

E’ importante anche considerare l’eventuale accompagnamento del piatto, se ad esempio si accompagna con una insalata o del pane la quantità di pasta per persona può essere ridotta.

In generale, è sempre meglio avere un po’ di pasta in più piuttosto che in meno, in modo da poter eventualmente riscaldare il piatto in caso di eventuali ospiti inaspettati.

Come condire le tagliatelle?

Il condimento più tradizionale è sicuramente il ragù di carne, ma sono deliziose anche con sughi a base di verdure o di pesce.

Se preferite un condimento più leggero, potete optare per un semplice sugo di pomodoro o per un condimento a base di olio extravergine di oliva, aglio e peperoncino.

Infine, per un tocco di originalità, potete provare a condire le vostre tagliatelle con un sugo di noci o con una crema di funghi.

Ecco alcune delle opzioni più comuni per condire le tagliatelle:

  • Tagliatelle al ragù bolognese: Questo è forse il condimento più classico per le tagliatelle. Il ragù alla bolognese si prepara con carne macinata, cipolla, carota, sedano e pomodoro, e va cotto per almeno un paio d’ore per ottenere un sapore intenso e saporito.
  • Tagliatelle al prosciutto crudo: Una delle varianti più semplici e saporite per condire le tagliatelle è quella con il prosciutto crudo tagliato a listarelle sottili, saltato in padella con un po’ di burro e aglio e poi mescolato alle tagliatelle calde.
  • Tagliatelle funghi e speck: un’altra variante saporita è quella di condire le tagliatelle con funghi e speck tagliati a cubetti e saltati in padella con un po’ di burro e aglio.

Domande frequenti

Che farina si usa per fare le tagliatelle?

Per fare le tagliatelle si usa la farina 00, che è una farina raffinata e molto fine. Questo tipo di farina rende l’impasto liscio e omogeneo, perfetto per essere steso con il mattarello.

Come fare seccare le tagliatelle fatte in casa?

Per fare seccare le tagliatelle fatte in casa, potete stenderle su un canovaccio infarinato e lasciarle all’aria per qualche ora. Se preferite, potete anche appenderle a un bastone orizzontale, in modo che non si attacchino tra loro.

Come conservare le tagliatelle fatte in casa per il giorno dopo?

Le tagliatelle fatte in casa possono essere conservate in frigorifero, avvolte in un canovaccio leggermente infarinato. Se non le avete ancora cotte, potete anche congelarle: in questo caso, fattele asciugare per qualche ora su un vassoio, distanziate bene tra loro, e poi trasferitele in un sacchetto per alimenti.

Quali sono le migliori tagliatelle?

Le migliori tagliatelle sono quelle fatte in casa, seguendo la tradizionale ricetta emiliana. L’impasto, a base di farina e uova, deve essere lavorato a lungo fino a diventare liscio e omogeneo, e poi steso fino a ottenere una sfoglia molto sottile.

Quante tagliatelle secche per 2 persone?

Per due persone, generalmente si calcolano circa 250 grammi di tagliatelle secche. Tuttavia, la quantità può variare a seconda dell’appetito e del condimento che si intende utilizzare.

Perché le tagliatelle si chiamano così?

Le tagliatelle prendono il loro nome dal verbo “tagliare”, perché una volta stesa la sfoglia di pasta, questa viene appunto tagliata in strisce lunghe e sottili.

Quanto devono cuocere le tagliatelle secche?

Le tagliatelle secche devono cuocere in acqua bollente salata per circa 5-6 minuti, ma il tempo esatto può variare a seconda dello spessore della pasta. Il consiglio è sempre quello di assaggiare la pasta per verificare la cottura.

Conclusione:

Ecco a voi, amanti della buona cucina, la ricetta tradizionale delle tagliatelle fatte in casa. Un piatto che racchiude in sé tutto il sapore e la genuinità della cucina emiliana, capace di conquistare il palato di grandi e piccini.

Seguendo i nostri consigli, potrete portare in tavola un piatto ricco e gustoso, perfetto per un pranzo in famiglia o per una cena con gli amici. Non vi resta che mettervi ai fornelli e iniziare a impastare: le vostre tagliatelle fatte in casa vi aspettano! Buon appetito!

Ingredienti

Informazioni

There are no reviews yet. Be the first one to write one.

Ultime ricette